Il tuo fidanzato ti ha chiesto di sposarlo e tu, sei al settimo cielo… e non potrebbe essere altrimenti…

L’hai sognato da tempo e ora è accaduto… stai organizzando il tuo Matrimonio e non vedi l’ora di pianificare ogni dettaglio affinché il tuo matrimonio sia.. Stupefacente!

È tutto bellissimo però…

Ok la felicità, ok sognare a occhi aperti, ok l’amore infinito, ma ora bisogna pianificare per bene tutti i preparativi del grande giorno.

Non vorrai mica arrivarci con l’ansia di non avere la certezza che tutto vada secondo i tuoi desideri?

Non vorrai mica affidarti per ogni cosa al primo che capita o al primo che hai trovato a qualche “fieretta” creata per “aspiranti” addetti ai lavori?

Come ben sai, la cosa più stressante di un matrimonio è proprio la sua organizzazione e la scelta di ogni professionista che ti garantisca la realizzazione del “tuo Matrimonio” da Sogno!

E, come sottolineato, è IL TUO MATRIMONIO!

Non quello di tutte le persone che, sicuramente con desiderio positivo, vorranno consigliarti di tutto.

Per toglierti da molti impicci potresti rivolgere a una brava wedding planner a patto che, anche in questo caso, tu abbia sempre “l’ultima” parola… Nel caso in cui non lo facessi, la regola da seguire in generale è solo una:

NON DAR RETTA A NESSUNO!

Il parere della mamma, della sorella o delle amiche conta, ci mancherebbe, ma fino a un certo punto. Non dimenticare che la protagonista indiscussa della giornata sarai TU ed è per questo motivo che devi essere cosciente e convinta di ogni minima scelta, devi essere sicura di ogni piccolissimo dettaglio.

Ora ti voglio parlare di quanto mi compete e del “sistema” che utilizziamo quando una Sposa si affida a noi sia per curare i capelli che il make-up.

Una cosa importantissima da non escludere in questa scelta, è la scelta della “personalità” da avere per il tuo matrimonio. Oltre a sceglierne una che sia parte “di te”.

Tutto deve essere coordinato. Capelli, make-up, abito, location, mood, ecc.

Infatti lo sbaglio più grande che le future spose commettono è quello di creare vari stili durante l’organizzazione di un matrimonio.

Mi spiego meglio… se tu sei una ragazza semplice, acqua e sapone e vuoi trasformarti radicalmente nel giorno del tuo matrimonio devi scegliere qualcuno che lo sappia fare senza “stonare” o creare un effetto molto trash.

La stessa cosa vale nel caso in cui sei una ragazza alternativa che ama osare: se nel giorno del tuo matrimonio vuoi emanare purezza puoi farlo ma sempre grazie all’aiuto di validi professionisti.

Ma perché si sbaglia nella scelta di queste persone così importanti e fondamentali per te?

Vuoi sapere che c’è una cosa da evitare e che puntualmente è l’ossessione di ogni futura sposa?

LE FIERE PER GLI SPOSI!

Va benissimo rendersi conto delle mode e farsi un’idea in generale, ma mi dici com’è possibile che i 1000 espositori presenti qui possano soddisfare le tue esigenze in maniera personalizzata?

Si tratta di una fiera e la parole che dovrebbe subito balzarti in mente è STANDARDIZZAZIONE.

Tutti gli stessi abiti, tutti le stesse automobili, tutte le stesse sale ricevimento, tutto lo stesso intrattenimento, ecc.

Ma vogliamo parlare poi della cosa fondamentale, la cosa più personalizzata in assoluto e che permette di sentirti bella in assoluto?

Il tuo aspetto esteriore: ACCONCIATURA e MAKE-UP.

Presupponendo che le regole su citate valgono anche in questo caso, sono questi gli elementi che ti differenzieranno nel giorno più importante della tua vita.

L’errore commesso in questo caso è quello di affidarsi al parrucchiere di fiducia, quello che si tramanda di generazione in generazione nella tua famiglia e magari, proprio per questo motivo, un po’ fermo nel tempo e indietro con le mode attuali.

Cosa accade? Che in 9 casi su 10 ciò che questo parrucchiere ti propone non ti piace, non ti fa sentire bella, semplicemente perché non ha ascoltato minimamente le tue richieste e ha fatto tutto il possibile in base alle sue capacità.

Ma vuoi davvero accontentarti? Vuoi rovinare questa giornata SOLO per aver scelto in maniera sbagliata i professionisti che saranno al tuo fianco?

Cerca di scegliere minuziosamente i tuoi professionisti, anche se lo fai solo per il giorno del tuo matrimonio…

E per questo chiama allo 080.573.95.23 e vieni a scoprire cosa potremmo progettare per te…

Oggi, cara sposa, il vantaggio che si ha per fare queste scelte è enorme. Oggi ti bastano due click per comprendere davvero se il professionista che pensi di scegliere sia quello giusto per te!

Il web ti fornisce davvero una risposta da questo punto di vista. Le pagine social dei vari professionisti, dove fanno vedere le loro opere realizzate possono già darti tante risposte.

Un altro posto dove poter valutare le opere e le realizzazioni dei vari professionisti sono senza dubbio i siti dedicati agli sposi, uno su tutti è www.matrimonio.com.

Ma per quanto riguarda la scelta del parrucchiere e del make-up artist, cosa devi fare? Quali sono gli accorgimenti da tener presente?

A parte guardare le sue opere, come già detto poc’anzi, un bravo professionista segue questa semplice procedura quando deve fare le sue scelte con la futura sposa:

  • La consulenza è la parte fondamentale. Ci sono tante domande utili a comprendere gusti, necessità, desideri, sogni…
  • La pianificazione di tutto quello che serve per arrivare al fatidico giorno in perfetto ordine e con i capelli impeccabili
  • Le prove, la creazione del desiderio, la visione del sogno
  • Il giorno dei giorni la tranquillità e la consapevolezza di poter realizzare e ricevere quanto pianificato e desiderato

Cerca il meglio per te e per il giorno più importante della tua vita. Non accontentarti!

Chiama subito lo 080.573.95.23 e prenota la tua consulenza gratuita e non dimenticare di guardare la pagina spose sul nostro sito: www.incantalupo.it/spose/

 

Sai benissimo che il tuo unico desiderio è quella di essere perfetta nel giorno più

importante della tua vita… ed è per questo che ti mostreremo i pacchetti Sposa che l’Incantalupo Atelier ha ideato per te…

 

Giulio Incantalupo

 

Ci sono varie tipologie di qualità dei capelli, normalmente quelle principali sono 3.

Molte aziende acquistano i capelli direttamente nei centri in cui questi vengono donati (in particolar modo l’India) e, dopo averli accuratamente selezionati e divisi per qualità, tengono per loro solo la prima scelta.

I capelli scartati vengono venduti ad altre aziende che tendono a creare prodotti extension di qualità inferiore.

La qualità migliore è data dallo spessore del capello e dal suo stato di salute.

Più è doppio e malleabile più è di qualità migliore.

I capelli più sottili e meno duttili o già rovinati vengono scartati e venduti ad altre aziende.

Da questo si possono evincere già le differenze di prezzo di alcune ciocche in confronto ad altre.

I capelli subiscono un processo di lavorazione abbastanza lungo. Ogni azienda ne ha uno tutto suo, anche se di base il percorso rimane lo stesso.

I capelli dopo essere stati selezionati vengono decolorati.

Il processo di decolorazione varia da azienda ad azienda. I capelli più costosi subiscono un processo di decolorazione più lento. Questa “lentezza” permette al capello di non rovinarsi e mantenersi più sano. In alcune aziende questo processo può durare anche 10-15gg.

Dopo essere stati decolorati i capelli vengo trattati cosmeticamente per renderli più idratati e morbidi e dopo vengono ricolorati in base alle esigenze dell’azienda.

Dopo questa fase di ricolorazione, i capelli ricevono un ulteriore processo di trattamento cosmetico prima di essere divisi in ciocchette e ricevere il punto di applicazione mediante alcuni macchinari.

Il processo di scelta della qualità dei capelli, invece, avviene manualmente!

Dopo l’applicazione del punto di fissaggio, le ciocche vengono confezionate (normalmente in pacchetti da 25 ciocche) e sono pronte per la vendita ai parrucchieri.

Le aziende che producono prevalentemente ciocche di prima qualità, hanno varie tipologie di ciocche suddivise anche per lunghezza e spessore. Si possono trovare ciocche più doppie di altre e la necessità è data dal fatto che i parrucchieri professionisti dell’extension scelgono le ciocche anche in base allo spessore dei capelli della cliente.

La lunghezza differente è necessaria per poter sceglier, ovviamente, la lunghezza di extension da applicare.

Questi dettagli importanti non si trovano normalmente nelle ciocche commercializzate da aziende che trattano la seconda e terza scelta di capelli, ovvero quelle scartate dalle aziende più importanti. Chi crea extension con la seconda e la terza qualità ha di solito un’unica lunghezza (45cm circa) e un unico spessore.

La scelta di utilizzare questa tipologia di extension a ciocca tiene presente anche questi fattori. Per quanto sia la metodologia migliore adatta a creare una bella chioma lunga e folta, allo stesso tempo, per ottenerla, bisogna che il professionista sappia applicarle bene e utilizzi aziende con capelli di prima qualità. E questo lo si riconosce anche dai costi, di solito più alti.

Come riconoscere un professionista da uno che si improvvisa?

Il professionista ha un’azienda di extension con più lunghezze e più spessori di ciocche.

Un professionista decide quante ciocche servono per l’extension (dopo un’attenta analisi e consulenza).

Un parrucchiere che lascia decidere alla cliente quante ciocche applicare, non è un professionista. È uno che ha inserito questo servizio in salone ma non sa davvero di cosa si tratta.

Lasciar decidere alla cliente la quantità di ciocche è come far scegliere la miscela del colore da applicare alla cliente.

 

La scelta dei colori da applicare

La scelta dei colori delle ciocche da applicare va fatta solo quando il colore dei tuoi capelli è in ordine. Se devi sistemare il colore, non si possono scegliere i colori delle ciocche e, oltretutto, è d’obbligo che il colore vada sistemato prima dell’applicazione delle ciocche.

Il colore delle ciocche si sceglie in base al colore presente sulle lunghezze e punte dei tuoi capelli. Per scegliere il colore più idoneo, le ciocche vanno avvicinate alle lunghezze dei capelli e rendersi conto dell’effetto visivo. Ovviamente lo può fare solo il parrucchiere che ha normalmente un magazzino di capelli in casa (anche da questo si distingue un professionista da un non professionista).

 

L’applicazione direzionale per caduta naturale dei capelli

 Quando parliamo di creare un abito sartoriale, in particolar modo teniamo conto dell’applicazione delle ciocche. Quindi le ciocche vengono applicate in base alla situazione che c’è in ogni area della tua testa. Ma per farlo, salvaguardando la salute dei capelli, c’è bisogno di seguire la nascita dei capelli.

Difatti le ciocche si applicano seguendo la direzione che ha il capello in quella determinata area in modo tale che l’extension non crei trazioni innaturali sui capelli portandoli a spezzarsi o a stressarsi.

I capelli vengono così rispettati e le ciocche hanno una direzione naturale che li consente di risultare anche confortevoli per tutto il periodo in cui li porterai.

Questo è uno dei punti fondamentali per salvaguardare la propria chioma ed evitare che, dopo la rimozione delle extension, i propri capelli risultino rovinati.

 

Quando non è possibile applicarle

 Molto spesso ci siamo trovati davanti a casi in cui abbiamo deciso di non procedere con l’applicazione delle ciocche.

Un professionista reale sa e deve dire NO in alcuni casi.

 

Va detto di no quando la cliente si trova in queste situazioni:

 

  • Caduta dei propri capelli eccessiva e anomala
  • Sottoposta a trattamenti chemioterapici
  • Soffre di Alopecie
  • Dopo aver rimosso vecchie extension e con alopecie attuali
  • Capelli che si spezzano facilmente
  • Capelli rovinatissimi da trattamenti di colorazione
  • Lunghezza dei propri capelli insufficiente a rendere le extension “invisibili”
  • Capelli molto sottili e fragili

 

Applicare extension, di qualsiasi tipologia, quando sono presenti queste situazioni, significa creare danni, ai capelli o d’immagine, che non collimano con l’obiettivo di questa tecnica: “migliorare l’aspetto della chioma”.

 

Se si è in una delle situazioni descritte, è sconsigliatissimo applicarle in quanto si peggiorerebbe la propria capigliatura e si rischierebbe di creare danni irreparabili.

 

La gestione delle extension

 Gestire le extension è abbastanza semplice e richiede poche attenzioni. Poche ma fondamentali!

Innanzitutto non vanno mai lavate “testa in giù” in quanto si rischia di creare “gobbe” vicino il punto di applicazione. E non va mai fatto una detersione troppo energica e con movimenti delle mani eccessivi. Il lavaggio deve essere fatto esercitando un massaggio cutaneo e con movimenti delle mani leggeri. Cosi si evita di creare nodi e gobbe alle ciocche.

L’uso di un ottimo shampoo, maschera e pre-piega è indispensabile per salvaguardare cute e capelli.

Per pettinare le ciocche e i propri capelli è consigliatissima la spazzole per extension. Phon, spazzole e piastre possono essere utilizzate senza alcun problema (se i capelli sono veri e di ottima qualità).

Le extension necessitano di una manutenzione e di un controllo. Ogni mese dovrai recarti presso il salone per un controllo. Il controllo consiste in una semplice piega e una valutazione dello stato delle ciocche. In questo controllo si rafforzano (se è necessario) le ciocche che hanno perso dei capelli; si eliminano i capelli, che quotidianamente si perdono ma che bloccati dal punto di applicazione restano agganciati sui capelli, in modo da evitare nodi; si “staccano” eventuali ciocche che si annodano tra di loro.

Questa manutenzione mensile (in alcuni casi di capelli sottili può essere necessaria anche ogni 20gg) garantisce che le ciocche stiano in ordine e non creino problemi ai capelli della cliente.

Questa fase qui, normalmente non è mai contemplata da quei parrucchieri che applicano extension senza averne le capacità.

Mi auguro che anche loro, leggendo questo libro, possano evitare di trascurare questa fase. Trascurare la manutenzione, è il modo più “facile” per rovinare totalmente i propri capelli!

Le extension hanno una durata molto precisa. Diffida da chi dice: 5-6 mesi, è un ciarlatano!

La durata delle extension varia in base ai capelli. Più sottili sono, meno tempo le ciocche devono restare applicate sui capelli.

Quindi in linea generale la durata varia da 2 a 4 mesi massimo.

Quattro mesi per i capelli molto doppi.

La data della rimozione deve essere stabilita dal parrucchiere il giorno dell’applicazione. È fondamentale rispettarla in quanto superati i mesi consentiti, i propri capelli possono rischiare seriamente di rovinarsi, spezzarsi e creare delle alopecie.

Come ho spesso sottolineato, l’extension è un servizio utilizzato per creare capelli lunghi e/o folti ma sempre salvaguardando il proprio patrimonio capelli.

Se non si salvaguarda questo, i danni post extension sono tanti.

Le ciocche di extension, gestite bene e rimosse nei tempi giusti, possono essere riapplicate anche lo stesso giorno della rimozione delle vecchie.

Ovviamente se ne applicano delle nuove in quanto, nel momento della rimozione, il punto di fissaggio viene sciolto e rotto.

Le ciocche vanno tolte perché il punto di applicazione dove è posizionata la ciocca, dopo alcuni mesi si è allontanato dalla zona della radice e questo crea un peso e una trazione maggiore al follicolo. Un ciocca che arriva a 5-6 cm di distanza dalla radice crea una trazione notevolissima che porta facilmente a spezzare i capelli e a creare le famose alopecie.

Molti parrucchieri tendono a rimuovere alcune ciocche e contestualmente ad applicarne altre. Questo è un altro dato che identifica un parrucchiere non specializzato in questo servizio!

Le ciocche devono essere applicate e rimosse sempre tutte insieme. E si agisce così per tutti i motivi che hai letto sin qui.

Sia la quantità che la lunghezza delle ciocche deve essere consigliata dal parrucchiere. Solo per la lunghezza, in alcuni casi, la scelta può anche essere fatta dalla cliente. Normalmente lo fa il parrucchiere in quanto è lui che riesce a capire l’effetto finale del lavoro e a consigliare la lunghezza e la quantità giusta.

Spesso alcune donne cercano una lunghezza esagerata ed è il parrucchiere che deve opporsi. Per lunghezza esagerata intendo quella che è eccessiva in base all’altezza della cliente (se non si è molto alte massimo 40-45cm di lunghezza) e in base al peso delle ciocche (ciocche più lunghe sono più pesanti e su capelli sottili non sono indicate).

Un servizio molto utilizzato anche nei nostri Atelier è l’infoltimento con extension.

Si tratta di applicare poche ciocche (25-50) della stessa lunghezza dei capelli della cliente.

Questo servizio permette, in modo rapido, di donare alla cliente una massa di capelli maggiore senza modificare la lunghezza.

Con poche ciocche, oltre a migliorare la massa, la cliente beneficia di capelli “più disciplinati” che migliorano la tenuta della piega, la possibilità di creare pieghe differenti e il vantaggio stare più in ordine con la sua immagine.

L’unico consiglio che posso darti è quello di scegliere dei veri professionisti e di non farti influenzare troppo dal costo più basso, perché si sa che costo basso vuol dire qualità inferiore… e fidati, sulla propria immagine c’è poco da risparmiare, perché poi si rischia solo di ottenere l’effetto opposto!

Chiama allo 080.573.95.23 e vieni a effettuare la tua consulenza presso il nostro Atelier…

 

Enjoy

Domingo Incantalupo

 

 

 

 

Entriamo un po’ più nello specifico di questo fantastico mondo dell’extension.

Vedrai, ora, le varie tipologie di extension, almeno le più importanti e le più utilizzate e ti spiegherò, tipologia per tipologia, pro e contro.

Di base non ne esiste una migliore dell’altra, ma esiste una più funzionale dell’altra. Ovviamente c’è qualche eccezione ma sono eccezioni nate da una mia esperienza personale.

Non produco extension, né direttamente né indirettamente, quindi non ho nessun motivo economico a parlare bene di una tipologia piuttosto che di un’altra.

Come già detto lo scopo di questo libro è informare le clienti finali di questo servizio che spessissimo sono in balìa di tanta disinformazione. Donne che si ritrovano con capelli spezzati, distrutti, con nodi tipo rasta fino ad arrivare a vere e proprie alopecie.

Mi auguro, che tu che stai leggendo questo libro, non ti sia mai trovata in questa situazione e che non ti ci ritrovi mai.

Nei nostri Atelier Incantalupo, effettuiamo centinaia di extension ogni anno e un “po’ di esperienza” l’abbiamo.

Continuiamo a fare test per migliorare questo servizio e facciamo anche molti test su tutti i metodi che sono in commercio compresi i nuovi.

Ci sono metodi rapidi, altri più lenti, altri utili per una giornata e altri per costruire “un abito su misura”.

Noi testiamo, ricerchiamo e miglioriamo esclusivamente metodi che portano questo servizio alla costruzione di un abito su misura!

  • Fasce a clips
  • Fasce cucite o intrecciate
  • Fasce fissate a ciocca
  • Fasce bioadesive
  • Ciocche singole con anellini
  • Ciocche multiple con macchinari
  • Ciocche singole a caldo o a freddo

 

Fasce a Clips

 Sono fasce di capelli che si fissano con clips. Si utilizzano varie fasce per poter ottenere una chioma lunga e folta “uniforme”. Ogni azienda produttrice crea fasce di diversa larghezza.

Più larghe sono più sarà difficoltoso applicarle e renderle “invisibili” agli occhi degli altri.

In più, quando sono molto larghe, saranno anche più pesanti e per questo sarà necessario doverle fissare anche con altri attrezzi come i ferrettini.

Queste fasce sono molto utilizzate per occasioni importanti come matrimonio, party, special events in generale.

In queste occasioni si possono creare splendide chiome in modo rapido ed economico. Difatti tra le varie tipologie di extension queste si applicano velocemente e hanno costi contenuti.

Molto spesso, queste tipologie di fasce vengono vendute come “extension” per allungare e/o infoltire i capelli. Questo metodo è sconsigliato in quanto le fasce andrebbero applicate e rimosse ogni giorno. Per ottenere un effetto naturale e che non faccia intravedere, a tutte le persone che una donna incontra l’uso di extension, si dovrebbero applicare con molta certosinità. È indubbio che questo possa avvenire. È da bocciare anche l’idea di non rimuoverle ogni sera in quanto lasciarle sui capelli quando si dorme potrebbe creare problemi alle radici dei propri capelli dove sono posizionate le clips oltre al fatto che dormendo le fasce potrebbero spostarsi e quindi non garantire comunque la giusta posizione sulla testa.

Quindi con queste fasce ok l’uso giornaliero per eventi particolari e no good per tutti i giorni.

 

 

Fasce cucite o intrecciate

 Le fasce cucite o intrecciate sono tipologie di extension “fisse”. Le prime vengono applicate mediante l’utilizzo di cotone mentre le altre con l’utilizzo dei propri capelli.

In entrambi i casi le fasce vengono applicate vicinissime alla radice esercitando, in alcuni casi, trazioni al follicolo molto dolorose.

L’applicazione si ripete ogni 60-75 giorni in quanto, con la crescita dei propri capelli, le fasce si allontanano dalla radice creando un peso importante da sopportare sia per la testa della cliente che per i follicoli che risentono del peso.

Le fasce cucite, è una delle tecniche di extension più antiche che esistono. I nostri Ateliers non le utilizzano in quanto sono davvero dannose per la salute dei follicoli. La trazione che si esercita è notevole e con il tempo i follicoli possono anche cessare la produzione di capelli creando delle vere e proprie alopecie. Stesso rischio si corre anche con le fasce intrecciate.

In alcune regioni italiane è ancora la tecnica più utilizzata ma il motivo è riconducibile al concetto: “le abbiamo sempre fatte così…”.

Le fasce hanno come unica nota positiva il fatto di non utilizzare attrezzature a caldo e/o resine o plastiche per applicare le extension. Il processo di applicazione e i traumi che subiscono i follicoli quando i capelli vengono lavati e acconciati, sono elevatissimi pertanto sono supersconsigliate.

 

Fasce fissate a ciocca

 Le fasce fissate con delle ciocche sono nate pochi anni fa e sono il frutto di un’esigenza di un metodo di applicazione di “extension rapido”. Questo sistema infatti prevede l’applicazione di fasce di capelli (4-6 fasce di solito) per creare lunghezza e massa su una chioma. Le fasce sono fissate sulla chioma della cliente grazie all’uso di alcune ciocche di extension applicate alle estremità della fascia e anche all’interno. In questo caso viene applicata una fascia per 2-3 mesi, con poche ciocche di extension.

È un sistema che ha ridotto i tempi di applicazione e reso abbastanza semplice un allungamento. Tanti parrucchieri anche non preparati, hanno potuto applicare extension dall’oggi al domani. Quali sono i punti positivi e negativi di questo sistema?

Di positivo abbiamo solo la velocità di applicazione e, di conseguenza, anche il costo un po’ più contenuto.

Di negativo c’è l’effetto finale che non è sempre “naturale” principalmente per il fatto che la fascia di capelli è sorretta da pochi punti di fissaggio.

Mi spiego meglio…

Una fascia di capelli ha circa 200 capelli (è un esempio) ed è sostenuta da 3-4 ciocche di extension ovvero da 30-40 capelli. Ora, per la salute dei propri follicoli, non è possibile far mantenere tutto il peso dei 200 capelli da soli 30-40 capelli.

Quello che accade, con il passare dei giorni, è che i capelli che sorreggono la fascia si spezzano facilmente creando, in alcuni casi, buchi di alopecie.

Le extension, per non creare problemi di peso devono essere sorrette proporzionalmente dallo stesso numero di capelli. E queste fasce non rispettano questo principio.

 

 

Fasce bioadesive

 Queste fasce, nate negli ultimi anni, hanno come caratteristica quella di applicarle con un bioadesivo che permette un’applicazione rapida. Non si utilizzano macchinari e il fissaggio avviene su tutta l’area della fascia. Significa che la fascia è retta da una stessa quantità di capelli e quindi non crea problemi di peso o trazione eccessiva.

La fascia ha alla sua estremità una striscia di bioadesivo che si unisce facilmente ai capelli. Per ottenere un effetto durevole si seleziona una piccola area dei propri capelli (della stessa larghezza della ciocca e di spessore di circa 1\2 cm) e si posiziona una ciocca sotto la fascia dei propri capelli e una sopra. I propri capelli stanno in mezzo.

Questo sistema è molto utilizzato e consigliato per allungamenti parziali, ovvero piccole zone.

L’effetto al tatto è confortevole in quanto passando la mano sulla chioma non ci si accorge della presenza di queste fasce.

Molto utilizzato per infoltire o allungare le frange.

Non è consigliato per allungamenti completi in quanto applicando la quantità di fasce necessarie si crea un volume atipico sulla chioma e, in più, le fasce danno un bell’effetto se la chioma resta liscia ma se si vuol creare un’acconciatura mossa o un raccolto, le difficoltà sono ampie.

Un altro aspetto da tener presente è la colla adesiva che con il passare del tempo tende a strappare i capelli. L’adesivo, difatti, permette di mantenere le ciocche fisse sui capelli anche se si effettua lo shampoo e pertanto ha un fissaggio importante.

Le fasce vanno rimosse ogni 2 mesi circa. Per rimuoverle si utilizza una lozione apposita ma il rischio di strappare i capelli durante la rimozione è alto.

 

Ciocche singole con anellini

 

Ora entriamo nell’area delle extension a ciocche.

È un sistema molto diverso delle fasce ma anche qui ci sono sempre pro e contro.

Le ciocche singole applicate con anellini, che vengono schiacciati per bloccare la ciocca di extension con la ciocca dei propri capelli, ha di sicuro un benefit: non utilizza macchinari a caldo!

La ciocca si fissa grazie allo schiacciamento di questo anellino che viene posizionato vicino alla radice e, creando un incastro, non permette alla ciocca di extension di cadere.

Purtroppo non è sempre così.

Spesso la ciocca di extension cade! E cade perché l’incastro è tale fino a che un solo capello non esce da questo incastro.

Quando abbiamo capelli che cadono facilmente o capelli medio-sottili, l’incastro non regge e le ciocche tendono a cadere.

Non c’è nulla di più sgradevole, quando si fanno delle extension, che di ritrovarsi in giro, al ristorante o in qualsiasi altro posto e vedere cadere delle ciocche di capelli. Questa situazione è davvero imbarazzante.

Questo è uno dei due motivi per cui è sconsigliata questa tipologia di extension.

L’altro motivo è dato proprio dall’anellino che, essendo di metallo e di forma quadrata quando viene schiacciato, presenta degli angoli affilati. Questi angoli affilati, specie durante una detersione dei capelli o di notte mentre si dorme, crea delle microlesione sulla pelle. A volte anche profonde.

Questo fattore non va sottovalutato minimamente quando si decide di applicare extension con questa tecnica.

 

Ciocche multiple con macchinari

 

Questa metodologia, utilizzata da alcuni anni ma che non ha mai preso davvero piede, è nata per sfruttare il metodo di applicazione a ciocca (che vedremo dopo) sfruttando i benefici di quel sistema, ma utilizzando un macchinario che permette di applicare più ciocche contemporaneamente.

Il sistema a ciocche singole ha delle peculiarità uniche che lo fanno differenziare dagli altri metodi e in particolar modo dalle fasce. Con l’utilizzo del macchinario che applica più ciocche contemporaneamente, queste peculiarità vengono eliminate!

Difatti applicando con questo sistema le ciocche, si ottiene un’applicazione rapida ma non si riesce a ottenere un’extension sartoriale. L’applicazione a ciocche singole permette di rispettare tanti parametri (ma li vedremo tra poco), tra cui la nascita del capello e un effetto di massa e lunghezza ben ripartito su tutta la chioma. In questo modo si crea un effetto più automatizzato e meno personalizzato. E le extension sono davvero un abito costruito su misura e non un lavoro standardizzato. Per questi motivi, nei nostri saloni, pur avendo acquistato uno di questi macchinari, non lo utilizziamo.

Le extension con questo sistema possono creare più facilmente nodi ai capelli, spezzarli, creare microtraumi al follicolo (non rispettando la sua crescita naturale) e l’effetto estetico non potrà mai essere naturale e di una chioma di capelli ripartita uniformemente.

 

Ciocche singole a caldo o a freddo

 Le ciocche singole sono tra le extension più utilizzate. Molto spesso sono identificate come ciocche applicate con un punto di applicazione chiamato “keratina”. La keratina è una semplice invenzione, non esiste. Aprirei un capitolo anche sui trattamenti alla keratina o cheratina (non cambia nulla), ma non riguarda le extension e quindi ne parlo nei “trattamenti” che è un’area che mi sta particolarmente a cuore…

Le ciocche hanno alla loro estremità una termoplastica, non keratina.

Questa termoplastica può essere di qualità diversa in base alle scelte fatte dalle case produttrici.

Per riconoscere una migliore dell’altra ti basta osservare la grandezza della termoplastica sulle ciocche. Più è grande o lunga, meno di qualità è.

Le case che producono capelli di qualità superiore utilizzano una termoplastica migliore e il loro punto di applicazione è più piccolo.

Il punto di applicazione deve restare piccolo anche dopo l’applicazione. Di norma deve essere un po’ più grande di un chicco di riso. Quando i punti di applicazione sono lunghi e doppi sei di fronte a una termoplastica scadente.

Qual è la differenza tra le varie tipologie di punti di applicazione?

Più grande è, meno confortevole risultano le extension e più facilmente verranno via. Un punto di applicazione di ottima qualità oltre ad essere più confortevole non farà cadere facilmente le ciocche, anzi, se applicate bene, non cadranno mai!

Un punto di applicazione grosso tende anche a strappare facilmente i capelli dalla radice e si impiglia facilmente con altre ciocche creando rasta o nodi.

La differenza tra un’applicazione a caldo e una a freddo è determinata dal fatto che la prima utilizza pinze calde per sciogliere la termoplastica e la seconda utilizza il sistema a ultrasuoni.

Entrambi i sistemi sono poco invasivi per i propri capelli. Anche il calore utilizzato dal primo sistema è perfettamente calibrato con le temperature sopportate dai capelli.

L’applicazione di questa tipologia di extension permette la “creazione” di una chioma naturale e confortevole. Ovviamente non è facile applicare queste tipologie di extension e c’è bisogno di una preparazione e conoscenza della tecnica molto alta.

Applicare male queste extension significa creare danni enormi alla capigliatura della cliente fino ad arrivare a creare alopecie.

Se vengono applicate troppo vicine alla radice, con una termoplastica scadente, senza avere una logica di applicazione (ogni testa ha una sua logica di applicazione di ciocche), si rischia di creare danni importanti alla chioma.

Questo sistema ha due correnti di pensiero sul punto di applicazione:

  • piatto
  • tondo

 

Il sistema piatto risulta confortevole se si accarezzano i capelli ma non lo è per lo stesso motivo dell’applicazione ad anellini. Il piatto difatti crea una piccolo quadrato con angoli appuntiti che possono facilmente creare lesione sulla cute.

Il sistema tondo o a chicco di riso è un po’ meno confortevole se si accarezzano i capelli ma risulta migliore quando si dorme o si detergono i capelli.

Oltretutto il sistema tondo mantiene le ciocche molto più salde ai propri capelli evitando di creare nodi o cadute delle ciocche.

La tecnica a ciocche, come avrai capito è il nostro metodo preferito per un’extension completa, puoi realizzare una chioma lunga e folta in massima tranquillità a patto che il professionista che le applica sia preparato e utilizzi capelli con punti di applicazione ottimi.

 

Affidati SOLO a dei veri professionisti,

Domingo Incantalupo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this